Avevo deciso di non fidarmi del mio villaggio. Sapevo che mi sarebbe costato di più, che avrei dovuto affronatre i problemi della lingua e non solo,  ma così tante persone mi avevano detto di cercare il meglio e che solo lì lo avrei trovato. Mi decisi. Lo feci. I mesi trascorrevano, qualche pecca la trovavo, ma la superavo con facilità fino a quando il meglio si è dimostrato  come gli altri, vulnerabile nello stesso modo. Le mie certezze sono crollate e solo dopo moltissime ore sono riuscito a riprendere in mano la cosa. Ho aperto la scatola dei desideri e cosa ho trovato dentro? Nulla. Mesi e mesi di lavoro gettati, risorse volate via. Meno male era il meglio. Mai fidarsi dei giudizi altrui e mai pensare che il meglio sia solo altrove. Lezione imparata.

Ho ripreso il carretto, anche se io ed il cavallo eravamo stanchi e ci siamo avviati verso casa. Ad un tratto ho visto una folla. Un signore adulto che seduto piangeva ed un canino sdraiato sul ciglio della strada. Che gli sia successo a quel povero animale non lo so, non riuscivo a capirlo, ma una cosa l’ho capita bene che l’amore per gli animali è qualcosa che va oltre l’affetto, l’amicizia. Eppure cosa ci da un cane? Non solo compagnia. Pensateci un pò. Lezione imparata.

Giunto a destinazione ho trovato un vecchio non più capace di gestire la sua vita. Un vecchio che ha perso anche i confini del pudore, che non riesce più a gestire sè stesso. Mi sono posto una domanda: meglio che continui a vivere nel suo ambiente seppur continuando a far guai e rischiando di cadere e farsi male, o accompagnarlo in un luogo dove tante persone sono come lui e c’è chi lo aiuta quotidianamente? La risposta per me sarebbe semplice, ma per lui sarebbe altrettanto facile sradicarsi dal suo nido per andar chissà dove? Lezione che imparerò quando toccherà a me.

Io c’ero e lo sentii quindi come si può ribaltare la cosa e fingere di nulla? Facile, facilissimo. Morale della favola? Mai fidarsi di nessuno, nemmeno di quelli del paese vicino più evoluto e bello del nostro.  Lezione imparata

Quando una persona vale cosa importa da dove viene, di quale colore sia la sua pelle, i suoi occhi o quanto sia alto? Cosa importa se sia maschio o femmina? L’importanza è quello che ha nel capo e come lo usa quel pezzo di cervello. Io sarò sempre per premiare e mai reprimere, ma capisco anche che in una società come questa ciò non sia facile. Mi abbatto? Ma neanche se ne parla, anzi mi impegno e impegnerò ancor di più. Lezione da imparare bene.

Mi mancano tanto quelle domeniche mattina, mi macano davvero tanto. Sapevo di non sapere, capivo di non capire, ma qualcosa nell’aria mi avvolgeva e qualcosa in quelle parole mi aiutavano. Mi manca davvero tanto. Lezione imparata. Quanto ci penso.

Così. Per dire. CJJ

PS non ho paura dei rospi e dei serpenti e nemmeno delle persone che tanto gli assomigliano (ai serpenti). Ho la mia strada da percorrere e se la trovo chiusa, prenderò una devizione. Sereni è tutto sotto controllo

PPS oggi ho fatto una cosa senza seguire le regole ferre che mi impongo quotidianamente. Ho commesso un errore e sono contento del risultato perchè fosse andata bene avrei perso la mia guida. Regole, regole e solo regole. Niente cuore e istinto. Regole, regole e solo regole.