Sotto ad una ferita

Cos’è una ferita?
Alcune volte una lacerazione, altre una contusione e, altre ancora, fratture quindi verrebbe da dire che una ferita sia qualcosa di immediato e di repentino che colpisce il nostro corpo per un evento, uno sbaglio, una distrazione o per pura casualità facendo si che dopo qualche secondo di stupore, provoca in noi, dolore e rabbia.

I minuti passano, il dolore aumenta e guardando la ferita ci si chiede cosa fare.
Il tempo di reagire e di agire, per poi dimenticarsi di lei riconcentrandosi sulla vita e sugli eventi ma lei, la ferita, è sempre lì.
Ci vogliono giorni e giorni prima che la natura riesca a trasformare un errore in crosta e noi, stupidi e geniali, ci divertiamo a stuzzicarla, riaprendola e facendola sanguinare ancora.

Ma il tempo procede, noncurante della nostra piccola stupidità, continuando a curare un corpo che noi, troppo spesso, non consideriamo importante rivelandosi così, ingovernabile.

Ed il cuore? La stessa cosa, perchè le delusioni sono altrettante ferite al cuore, perchè gli amori persi sono lacerazioni dolorose, perchè un sorriso svanito è una contusione.

Alcune volte sento dire che “il tempo cura tutto”, anche lui, il nostro cuore, annebbiandone i ricordi, ma non sono mai riuscito a crederci, anche se spesso l’ho desiderato, perchè se un giorno ci soffermassimo ad osservare la nostra pelle, vedremmo delle cicatrici a ricordo delle nostre disavventure, cicatrici del corpo e cicatrici dell’anima.

Cosa ci sia sotto ad una ferita non lo so, ma so che il dolore del cuore è più profondo e più intimo del dolore del corpo.

Così. per dire. CJJ

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: