Sottili fili di seta

In fin dei conti che sono, se non piccoli e sottili fili di seta?
Si, basterebbe vederli con questa luce per ridar dimensione a tutto, tutto ciò che ci circonda dimenticandosi che per loro e su loro si concentra gran parte del nostro io.
Eppure è così bello passarci una mano dentro, sentendoli scivolare lentamente e dolcemente sui nostri polpastrelli.
Legati con bellissimi fiocchi colorati, stesi, lunghi e lucenti con un taglio pari e geometrico, crespi e corvini, legati con fantasiose code o gigantesche cofane di riccioli vagabondi oppure corti, cortissimi tanto da mettere in mostra la cute, non c’è che dire, loro parlano di noi e del nostro modo di vederci nel mondo.
Sono sempre loro che con il passare degli anni raccontano di noi e della nostra età alle anime che ci accompagnano verso il prato degli dei, sono loro che invecchiando con noi mostrano i primi segni del colore del ghiaccio e sempre loro bussano alla porta della vecchiaia, decidendo di cadere per mettere in mostra una cute lucente e grinsosa.
Insomma, questi piccoli e lucenti fili di seta sono la parte più estrema del nostro egocentrico “io”, ma non ci dimentichiamo che la vita è qualcosa che perdura nel tempo e che non si ricorda di quegli attimi, un pò stronzi, che periodicamente ci sfiorano.
Non perdiamoci di animo se una lacrima scende dai nostri occhi perchè un ricciolo d’oro ha deciso di andarsene da noi, non perdiamoci di animo se ad una persona a noi cara, un boccolo di seta cade appoggiandosi sulle spalle e prendiamo per mano la persona che amiamo, guardiamo il sole tramontare dietro un mare increspato, sentiamo la brezza del giorno che verrà e cantiamo a squarciagola consapevoli che la vita avrà si, una fine terrena, ma non finirà mai nei nostri cuori.
In fondo si, sono solo dei piccoli e sottili fili di seta.

“Through many dangers, toils and snares…
we have already come.
T’was Grace that brought us safe thus far…
and Grace will lead us home.”

così. per dire. CJJ

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: