Ero a capo basso, con una penna in mano che disegnava su un foglio quadrettato delle figure fantastiche, cercando di contenere i troppi pensieri che mi affollavano la mente, cercando di dare un volto a dei progetti complessi e cercando di non pensare all’ipocrisia della gente, quando gli occhi si sono chiusi ed ho sentito nella mente le note di una bellissima canzone che mi ha accompagnato tante volte, in questi ultimi mesi.

Una canzone romantica e dolce, forse un pò triste, ma che ogni volta riesce a ricordarmi la forza dell’amore, la dirompenza dei sentimenti e il bisogno che ognuno di noi, io compreso, ha di essere abbracciato.

Una canzone che ti ricorda che c’è sempre chi è là, pronto a tenderti la mano per farti saltare quel burrone che ti impaurisce.

Una canzone che ti ricorda che c’è sempre chi ha un sorriso per te, chiunque tu sia.

Una canzone che ti ricorda che c’è sempre chi ti apprezza per quello che sei e non ti giudica per quello che non sei.

Una canzone che ti ricorda che c’è sempre chi sa farti emergere in questo mondo di numeri.

Una canzone che ti ricorda che c’è sempre chi non ti chiede nulla se non di essere chi sei.

Una canzone da ascoltare ad occhi chiusi, sognando e lasciando che le nubi si allontanino da te, permettendo al sole di scaldare il tuo corpo.

Quanto è difficile comprendere quanto i miei silenzi delimitano i miei dubbi dalla realtà.

Ho aperto gli occhi ed allungato la mano cercandoti, guardando il cielo con il sorriso, il foglio con gli scarabocchi e ti ho stretta al cuore, ovunque tu sia.

così. per dire. CJJ

3+