Ma poi, alla fine…

Si, devo ammetterlo, è arrivato il momento in  cui anche io, mi son chiesto:”ma poi, alla fine, avrà un senso tutto questo?”

Credo che questa domanda, un giorno, se la siano fatta un po’ tutti, forse anche più di una volta nella vita, almeno me lo auguro!

Credo che succeda per qualche ragione, forse per il troppo pieno, forse l’apatia o forse chissà, di fermarsi a riflettere su quanto ci stia accadendo, di uscire dal turbinio della vita quotidiana e riuscire a guardarsi alle spalle.

Non so se in quell’istante sia facile valutare ciò che ci accade, ma il fatto di provarci è già di per sé importante!

Si, credo che questo cercare di capire cosa ci stia succedendo sia la cosa più coerente e saggia da fare perché oggi viviamo a ritmi accellerati senza poter mai capire se abbiamo posto l’asticella della vita troppo alta o troppo bassa.

Noi corriamo, o ruotiamo intorno ad un egocentrico nulla, volendo fare, fare e ancora fare, come se fossimo una macina di pietra che vuole sminuzzare i chicchi della vita sempre più fini, ma che poi, a suon di ruotare, non riusciamo a ottenere una farina gustosa.

Eppure si, facciamo molte cose contemporaneamente, usiamo agende e calendari per non dimenticarci nulla, ma se vi fermaste a leggere i vostri impegni, tra le cose da fare troverete scritto: oggi penso a me?

Non è importante provare a seguire qualcosa o qualcuno, se poi interrompiamo il suo pensiero, non è importante provare ad essere per compiacere, l’importante è capire, sapere e fare!

Le notti insonni sono più lunghe Delle giornate noiose!

Così. Per dire. CJJ

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: