Essere consapevole….

Dialogando, in questi ultimi mesi, mi sono reso conto di quanto sia difficile essere coerenti tra quello che professiamo e quello che facciamo.

Semplice, semplicissimo dire agli altri quello che andrebbe fatto, in che modo ed in che termini, ma guardandoci allo specchio, sapremmo o sappiamo fare quello che professiamo?

Si, ogni tanto, No, molto spesso. Ma il bello della vita non è proprio questo?

Insignare agli altri quello che non riusciamo a fare noi?

Perchè con i figli non facciamo uguale? Non proviamo a trasformarli in qualcosa decisamente lontana a quello che noi siamo ogni santo giorno?

Non cerchiamo illustri medici, avvocati i professori in bambini che, avendo preso il nostro dna, dovrebbero percorrere una vita normale o quantomeno non così eccelsa?

Ed invece no, ognuno di noi ha partorito il futuro premio nobel, campione di sport e provetto astronauta. Combatte e professa le meraviglie dei nostri pargoli, quasi ciecamente o accecandosi la realtà, trasformando il pargolo in “superbaby” noioso ed antipatico, antipatico anche a se stesso, per poi trovarsi, da adulto a dover accettare la realtà, leggermente dissimile dalla fantasia.

Con questo non voglio dire che non si faccia bene a sperare, credere e cercare di convincere una generazione tecnotelefonica, asociale e burbera, che esiste qualcosa di meglio di un telefonino da guardare inebetiti, ascoltando canzoni che andrebbero vietate e messi i cantanti in galera, ma che i figli andrebbero appoggiati, aiutati ma non sospinti verso qualcosa che non vogliono essere, non si sentono di essere, non riescono ad essere.

Coerenza signori, cerchiamo di essere coerenti con noi stessi e proviamo a diffondere amore e serenità, riduciamo stress e ansia, cerchiamo di far trapelare il bello di vivere nella famiglia ed in famiglia e proviamo a guardarci allo specchio, accettandosi per quello che siamo e per come lo siamo.

Certo, da qualche mese a questa parte, quando mi giro e guardo alle spalle, mi chiedo se lo avrei mai fatto, ma qualunque risposta io mi dia può cambiare dove sono ora?

ed allora che coerenza sia, io sono questo e per questo mi accetto.

have a nice day. così. per dire. CJJ