Dai su, siamo onesti almeno con noi, c’è un momento in cui dobbiamo fermarci e arrenderci all’evidenza. Un momento cupo, distante dalla prima percezione dell’errore, un momento che scansavi perchè credevi di sbagliare, sapendo di aver ragione, un momento che fragoroso arriva e come una folata di vento, sposta le nuvole davanti a te mostrandoti il cielo.

E’ un momento brutto, perchè ti rendi conto che non siamo tutti uguali e che non possiamo colorare il mondo nello stesso modo, un momento in cui pensi a quanto hai voluto e lottato perchè ciò non succedesse (come se toccasse te in prima persona), un momento in cui ti senti sconfitto per l’ingenuità che hai avuto ed il tempo che hai perso, un momento in cui vedi le grandi differenze che albergano in noi.

E’ brutto rendersi conto che un giorno, un giorno qualunque, qualcosa accada senza che tu reagisca.

Rimani lì, fermo, inerme a subire la cruda realtà. Non senti nulla smuoversi dentro, nessuna rivalsa, nessun turbamento, ma solo un senso di vuoto, di sconfitta, di arresa.

Senti che non serve più importi di credere in qualcosa o qualcuno, che non serve più vedere in loro quello che non sono o di fingere che sia anche colpa tua la loro mancanza e in quel momento, in quel preciso momento, quando vedi allontanarsi la tenacia per far posto alla consapevolezza, sai che è arrivato il momento di cambiare.

E’ un attimo, un solo istante, ma così intenso da sconvolgerti perchè sai che i tuoi occhi non vedranno più le cose nello stesso modo.

Take me home, mi verrebbe da dire, ma forse sarebbe più giusto che guardadoti dentro ti rendessi conto che se gli errori altrui fanno male a te, la sconfitta non è loro ma tua, perchè non sei riuscito ad isolarti dalla loro vulnerabilità e l’hai fatta tua.

Fermati e respira, fermati e guardati, fermati e smetti di pensare che il mondo si sorregge sulle tue spalle, fermati e non commettere più lo stesso errore perchè: “Ad ogni vinto riesce difficile ricercare il motivo delle proprie sconfitte nell’unico punto giusto, cioè in sè.” T.Fontane

cosi. per dire. CJJ

+2