Emozionarsi è una cosa che succede ad ognuno di noi. Qualcuno ci riesce solo nel proprio intimo, nascondendolo a sè e agli altri perchè non ama sentirsi debole, vulnerabile o fragile, altri non riescono a fermare le emozioni e le condividono con chiunque sia vicino a loro.

Alcune volte è per il dolore che proviamo, altre per la felicità improvvisa, ma qualunque sia la ragione, l’unico modo che il nostro animo ha di esternare i sentimenti è quello di inumidire la nostra faccia con delle lacrime.

Cuore, occhi e lacrime.

La cosa bella e strana, è che con il passare degli anni, con l’accumulare esperienza e vita vissuta, invece di diventar più aridi e insensibili, si diventa più attenti agli altri, a coloro che hanno bisogno di noi e di un sorriso.

Con il passare del tempo tante cose terrene hanno meno senso e meno significato, perchè ci rendiamo conto che la vita non è eterna e che non ce la stiamo godendo, per quel che è.

Con il passare del tempo tante cose che ci appartenevano diventano nebulose e insignificanti.

Con il passare del tempo sentiamo il bisogno di circondarci solo di chi ci dona un sorriso e poco importa se qualcosa non gira più come doveva, se lui o lei sono sempre vicino a noi.

Con passare del tempo capita di apprezzare il sorgere del sole o di attendere l’imbrunire per raccoglierne le ombre.

Con il passare del tempo succede di sentire il bisogno di respirare l’aria fresca del mattino e di ascoltare il rumore della pioggia.

Con il passare del passare succede di aver bisogno di nurire l’anima più di quanto facciamo con il nostro corpo, perchè abbiamo accettato l’età.

Con il passare del tempo succede che la musica sia un’ancora per l’anima, il mare per la vista e le stelle per il cuore.

Con il passare del tempo succede di dover riflettere su quello che abbiamo avuto, abbiamo lasciato e abbiamo vicino, chiedendoci come sarebbe stata la nostra vita se… o rimpiangendo i ma.

Arriverà un giorno in cui capiremo che tante cose che abbiamo fatte, sapevamo di sbagliarle, ma avevamo la necessità di provarci, perchè la cosa più difficile era accettarsi.

Arriverà un giorno in cui ringrazieremo la sorte o un qualsiasi Dio, di averci permesso di stare con lui o con lei.

Arriverà un giorno in cui il sole ci scalderà mentre passeggeremo per mano, guardando l’orizzonte, sentendoci le facce vecchie e rugose scaladare dagli ultimi raggi di sole, e quel giorno, proprio in quel giorno, saremo felici di essere lì, di essere ancora insieme e di poter guardare il passato, non vergognandosi di coloro che vedranno due vecchi amarsi.

Arriverà il giorno in cui da soli percorreremo la via della sera, sentondo ancora il calore delle sue mani sulle nostre, e penseremo a quanto sarà bello abbracciarsi.

Arriverà un giorno in cui capiremo che la nostra vita si è basata su cuore, occhi e lacrime, ma che noi non abbiamo avuto modo e tempo per capirlo.

E quando quel giorno arriverà, qualsiasi età abbiate, lasciatevi trasportare dai sentimenti e non vergognatevi di ciò che il cuore vi chiederà di fare perchè non avrete più tanto tempo per sbagliare.

Chiamate chi vi far star bene e ditegli grazie, scrivete a chi non sentite da tempo per domandargli come sta o suonate alla porta di colui che vi faceva sorridere perchè non c’è un momento preciso per ringraziare chiunque vi abbia permesso di sorridere, chiunque non vi abbia fatto sentire sbagliati, chiunque non vi abbia giudicato, chiunque si sia preso cura di voi.

C’è un tempo per correre ed uno per osservare, uno per gioire ed uno per amare. C’è un tempo per seminare ed uno per raccogliere.

Non dimenticate mai che una generazione pianta un seme di una querce e un’altra ne gode l’ombra. Non abbiate paura di amare, chiunque sia e per qualunque ragione ne sentiate il bisogno, non limitatevi e non accontentatevi, ma sappiate sognare, sappiate sorridere, sappiate piangere, sappiate che questa vita è troppo breve per lasciarla andar via.

Chiamate chi amate e ringraziatelo di essere ancora con voi o lasciate andare via colui che vi è accanto solo per abitudine.

Ci sono vibrazioni della vita che vale la pena sentire e attimi che vale la pena vivere. Poco importa se poi ci sono anche i temporali e la neve. Ricordate sempre che la vita prosegue inalterate perchè si susseguono le stagioni e come loro il nostro animo.

C’è chi nasce per amare e chi per essere amato.

Io spero solo di avere il tempo di ringraziare tutti quelli che mi hanno fatto stare male, perchè attraverso loro ho capito quanto amore era negli altri.

Cuore, occhi e lacrime, sono la via che ci conduce all’eternità.

così. per dire. CJJ

+4